Abbiamo appreso con stupore dalla stampa la decisione del Ministero dell’Interno di non far votare gli appartenenti alla Polizia Locale, proveniente da altri comuni attualmente impegnati nelle operazioni di soccorso nelle zone terremotate, nei seggi di tali zone. Tale possibilità è stata autorizzata ai militari ed alle altre forze dell’ordine statali, creando ancora una volta, nonostante la Polizia Locale svolga le medesime funzioni, una palese discriminazione che va ad assommarsi a tutte quelle che nei giorni scorsi abbiamo già evidenziato e che ha portato le scriventi organizzazioni sindacali il giorno 13 dicembre 2016 vicino al Senato a Roma in Piazza delle Cinque Lune, ad organizzare un presidio per chiedere la modifica della legge di stabilità, attualmente in discussione, per eliminare le discriminazioni della Polizia Locale in tema di equo indennizzo e causa di servizio. Abbiamo inviato un urgente telegramma al Ministro Alfano ed al Presidente dell’ANCI Decaro, per chiedere l’estensione anche alla Polizia Locale impegnata nelle attività di sicurezza e sostegno delle comunità colpite dal terremoto di poter esercitare il loro diritto costituzionale di esercizio al voto, senza privare allo stesso tempo le popolazioni della preziosa presenza di tale personale, alla stregua degli altri appartenenti alle forze di polizia statali

Oggi, 26 Settembre 2015 si è concluso il XXXIV Convegno della Polizia Locale

Oltre 1000 lavoratori e lavoratrici hanno partecipato al Convegno organizzato dalla UIL-FPL su “ Nuove prospettive per la polizia locale” nell’ambito delle Giornate della Polizia Locale di Riccione, evento ormai consolidato in ambito nazionale e giunto alla sua 36° edizione.

Grande partecipazione anche alle sessioni operative organizzate dalla UIL-FPL e da OPES FORMAZIONE per coniugare aspetti teorici e tecnici e continuare il processo di formazione costante che rivolgiamo ai nostri iscritti.

Fari puntati sulle tutele e i diritti finalmente riconquistati dagli operatori della Polizia Locale ma anche sulle tante sfide che attendono i lavoratori di questa cruciale categoria.

Confronto serrato e importante tra vari esponenti governativi, Comandanti dei Corpi di Polizia Locale di tutta Italia, Onorevoli e esponenti di primissimo piano della UIL Confederale.

Come riconosciuto anche dal Sottosegretario al Ministero dell'Interno Gianpiero Bocci, sicuramente la UIL-FPL si è impegnata negli anni senza alcuna riserva relativamente alle diverse battaglie vinte in favore dei Corpi di Polizia Locale di tutta Italia (ricordiamo con orgoglio l'obiettivo centrato del raggiungimento dell'equo indennizzo e della causa di servizio), così come è la sigla sindacale che sta continuando a dare battaglia per l’approvazione dei decreti attuativi del Decreto Minniti, meglio conosciuto come Legge sulla Sicurezza Urbana.

Il relatore della stessa legge, l’On.Fiano, ha voluto rassicurare la platea rispetto al suo personale impegno rispetto allo sblocco del turn-over per facilitare l’ingresso di nuovi lavoratori all’interno del Corpo, in cui l’età media sfiora i 56 anni. Anche in previsione delle nuove competenze che saranno affidate alla Polizia Locale, Daniele Ilari e Michelangelo Librandi della UIL-FPL hanno sottolineato come sia necessario riformare definitivamente e celermente l’ormai obsoleta legge quadro 65/1986, così come è necessario che gli adempimenti previsti dalla legge sulla sicurezza urbana diventino realtà,  stabilire linee guida generali sui patti per la sicurezza tra sindaci e prefetti , un impegno reale e vero sulla formazione, ed attivare un piano straordinario di assunzioni per i lavoratori della polizia locale, che ogni giorno, sulle nostre strade e sulle nostre città si occupano egregiamente di sicurezza e decoro urbano.

Non potevano mancare riferimenti chiari ed espliciti al rinnovo contrattuale del Pubblico Impiego. I Segretari Confederali UIL Carmelo Barbagallo e Antonio Foccillo hanno lanciato al Governo un messaggio chiaro ed esplicito. Non c’è più tempo a disposizione, bisogna firmare i contratti pubblici, fermi ormai da più di otto anni, e occorre riappropriarsi della funzione della contrattazione. Si deve restituire dignità e valore al lavoro di coloro che sono al servizio della collettività. Nell’accordo, oltre agli aumenti contrattuali, devono essere salvaguardati anche il bonus degli 80 euro. Hanno ribadito che ci sono le condizioni per fare l’accordo presto e bene, prima della fine della legislatura. Aver ottenuto il riconoscimento una sezione contrattuale specifica per i corpi di polizia locale non basta: la UIL e la UIL FPL stanno lavorando insieme per ottenere anche il beneficio di “lavori usuranti” per tutti gli operatori della Polizia Locale.

 Il Presidente Di Primio e il Comandante della Polizia Locale di Roma, Diego Porta, hanno invece puntato l’attenzione sulla necessità di  emanare i decreti attuativi della Legge sulla Sicurezza Urbana proprio per testare quanto il provvedimento riuscirà ad essere incisivo nei fatti, e quindi a livello applicativo nelle diverse realtà territoriali.

Si apre una nuova stagione che sarà importantissima per il futuro della categoria e la UIL FPL, come ha sempre fatto fino ad oggi, sarà in prima linea in difesa dei diritti degli operatori della Polizia Locale e della sicurezza dei cittadini.

IL VIDEO DELLA MANIFESTAZIONE

SCARICA L'INTERVISTA AI SEGRETARIO GENERALE UIL CARMELO BARBAGALLO SUI RINNOVI DEI CONTRATTI AI DIPENDENTI PUBBLICI

SCARICA L'INTERVISTA AL SEGRETARIO CONFEDERALE ANTONIO FOCCILLO SULL'ITER PER LA CHIUSURA DEL TAVOLO SUI CONTRATTI DEI DIPENDENTI PUBBLICI

SCARICA L'INTERVISTA AL PRESIDENTE DI PRIMIO SULLA LEGGE DI SICUREZZA URBANA

SCARICA L'INTERVISTA AL SOTTOSEGRETARIO BOCCI SULLE PROSPETTIVE PER IL CORPO DI POLIZIA LOCALE

SCARICA L'INTERVISTA AL SEGRETARIO NAZIONALE DELLA UIL-FPL DANIELE ILARI SUL RUOLO DELLA UIL-FPL A TUTELA DEI LAVORATORI DELLA POLIZIA LOCALE

 

 

 

FP-CGIL CISL-FP e UIL-FPL: “Ora Governo ci convochi”

“L’affluenza di oltre mille persone ha completamente riempito la Piazza dinanzi a Montecitorio dove questa mattina si è svolta l’iniziativa a sostegno dei centri per l’impiego, della polizia provinciale e dei precari in scadenza delle province, segno che i rischi che abbiamo rappresentato al Governo non preoccupano solo noi ma la gran parte dei lavoratori e dei cittadini che, con il DL Enti Locali in esame al Senato, vedono meno certe e chiare le future politiche ambientali e del lavoro, nonché ii destino di tutti i lavoratori coinvolti, siano essi precari o meno” questo il commento a caldo di CGIL CISL e UIL a margine dell’iniziativa che ha registrato anche l’intervento in Piazza di molti parlamentari.

L'Intervista al Segr.Gen. UIL FPL Torluccio

Mercoledì, 18 Novembre 2015 17:29

L'intervista di Radio Cusano Campus

Pagina 1 di 4