Comunicato Unitario: rilanciare la piena contrattazione nel pubblico impiego

14 Settembre 2016
Pubblicato in Comunicati stampa Etichettato sotto

Dichiarazione di Antonio Foccillo, segretario confederale Uil e di Giovanni Torluccio, segretario generale Uil Fpl, Pino Turi, segretario generale Uil Scuola, Nicola Turco, segretario generale Uil Pa e Sonia Ostrica, segretaria generale Uil Rua

In attesa di una convocazione per i rinnovi contrattuali del pubblico impiego, che dovranno riguardare l’intera platea dei dipendenti pubblici, la Uil ribadisce la necessità del rilancio della piena contrattazione, sia normativa che economica. A tal fine ritiene necessario che, in concomitanza con la legge di stabilità, si debba, per l’appunto, con apposito intervento normativo liberare la contrattazione dalla riserva di legge e dalle successive incursioni, riconoscendone il ruolo nei luoghi di lavoro.

La Uil ritiene, inoltre, essenziale intervenire per eliminare gli atti unilaterali delle singole amministrazioni sulle materie contrattuali nella contrattazione di secondo livello, ripristinando le relazioni sindacali e l’autonomia contrattuale, sboccando la contrattazione di secondo livello o aziendale dagli odierni vincoli che la limitano.

Infine, con riguardo alla premialità, teniamo a sottolineare che il sistema di valutazione creato dall’attuale legislazione non potrà mai essere applicato. È necessario, pertanto, non rifiutando da parte nostra la premialità, realizzare, invece, un modello che, attraverso la contrattazione di secondo livello, superi il sistema attuale che prevede regole omogenee per tutte le sedi di amministrazione, con uno diversificato e articolato a seconda delle singole realtà del pubblico impiego e della scuola.

Letto 1933 volte Ultima modifica il Mercoledì, 14 Settembre 2016 07:53

ULTIME NEWS

LOCANDINE