Legge Gelli. LA UIL-FPL è pronta a garantire i lavoratori anche con le nuove regole

21 Marzo 2017
Pubblicato in Comunicati stampa

Il prossimo primo aprile entrerà in vigore la legge sulla sicurezza delle cure e sulla responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie, più comunemente conosciuta come Legge Gelli.

Si tratta di un provvedimento lungamente atteso, che risponde in parte alle aspettative degli operatori del settore, e del quale bisogna valutare attentamente la portata ed i cambiamenti che comporterà.

Fra le parti decisamente positive l’affermazione  della prevenzione e della gestione del rischio come parte integrante del diritto alla salute, strettamente collegate alla formazione e all’aggiornamento specifico, anche se accompagnata dalla solita formula che ne prevede la realizzazione senza “maggiori oneri”. Noi siamo invece convinti che è arrivato il momento di tornare ad investire in salute e in sanità.

Complessivamente la legge ci sembra un po’ sbilanciata sulla parte assicurativa e l’obbligo di assicurarsi, posto a carico di tutti i professionisti sanitari che lavorano nelle strutture pubbliche e private, è una vera e propria tassa sul lavoro, ancora più pesante in settori dove i rinnovi dei ccnl sono bloccati da otto a dieci anni. Per questo assume ancora più valore la scelta fatta da tempo dalla UIL FPL di garantire la copertura gratuita della RC nella tessera sindacale e siamo pronti ad adeguare la garanzia di copertura ai nuovi obblighi ed ai nuovi requisiti non appena entreranno in vigore.

Per le parti che riguardano direttamente il personale delle strutture sanitarie e sociosanitarie, pubbliche e private, sicuramente positive sono l’introduzione del regime di responsabilità civile “extracontrattuale” per il professionista sanitario e i limiti posti all’azione di rivalsa Questo beneficio però, per quanto ci riguarda, non può essere limitato alle professioni sanitarie e deve essere esteso a tutto il personale che contribuisce all’attività delle strutture.

Fra le criticità indichiamo la disciplina delle penalizzazioni di carriera ed il nuovo regime di responsabilità penale che non ci sembra rispondere a pieno a quella necessità di certezza e oggettività che i nostri professionisti si aspettavano.

Siamo comunque pronti per cercare di ottenere miglioramenti sia nella fase di predisposizione dei decreti attuativi che ai tavoli per il rinnovo dei ccnl.

Scarica il TESTO DELLA LEGGE

Scarica la SCHEDA CON I PUNTI I MAGGIOR INTERESSE PER IL PERSONALE

Scarica lo SCADENZARIO DEGLI ADENPIMENTI ATTUATIVI

Letto 5295 volte Ultima modifica il Martedì, 21 Marzo 2017 11:56

ULTIME NEWS

LOCANDINE