Librandi (UIL FPL): “Per una PA efficiente ci vuole un importante piano assunzionale e stipendi dignitosi”.

11 Settembre 2018
Pubblicato in Comunicati stampa

Il 5 Giugno 2018, a conclusione del nostro Congresso Nazionale, nel documento finale fu ribadito anche l’obiettivo di sollecitare il Governo ad attuare un piano di assunzioni nella Pubblica Amministrazione tale da garantire entro tre anni 500.000 ingressi, selezionando giovani competenti e meritevoli. Nuove energie per ridare slancio ad un settore da troppi anni in affanno, vessato ed insultato. Le dichiarazioni del Ministro della PA Bongiorno vanno proprio in questa direzione e ne siamo felici.

Lo dichiara in una nota il Segretario Generale della UIL FPL Michelangelo Librandi.

Questa è la strada giusta, ma occorre un ulteriore sforzo, ossia occorre garantire un salario adeguato alle mansioni svolte ai tanti professionisti del Pubblico Impiego.

Lo stesso Ministro Di Maio, in linea con quanto la UIL FPL sostiene da anni, ha dichiarato che gli Infermieri guadagnano sin troppo poco per il grande lavoro che fanno. Nulla di più vero - prosegue Librandi -; una categoria costretta per anni a turni massacranti in condizioni di criticità e soggetta a continue aggressioni a causa di queste carenze. Ovviamente questo discorso deve essere esteso a tutti i lavoratori del P.I. che svolgono funzioni essenziali per la collettività.

Per questo occorre subito sedersi ad un tavolo per discutere i rinnovi del CCNL Sanità e Funzioni Locali in scadenza a Dicembre 2018. A tal proposito – conclude Librandi - chiediamo al Governo di intervenire nei confronti dell’ARAN che ad oggi ancora non ha istituito le commissioni paritetiche dei nostri comparti per definire in maniera chiara e puntuale le nuove classificazioni del personale ormai ferme da oltre 20 anni.

Letto 1792 volte

ULTIME NEWS

LOCANDINE