MANIFESTAZIONE. LIBRANDI (UIL-FPL): SEGNO DI GRANDE DEMOCRAZIA, PARTECIPAZIONE E UNITÀ

11 Febbraio 2019
Pubblicato in Comunicati stampa Etichettato sotto

“La nostra manifestazione unitaria di Sabato è un chiaro segno: siamo uniti, coesi e forti. Vicino esclusivamente alle lavoratrici e i lavoratori di tutta Italia”. Così Michelangelo Librandi, sulla manifestazione #futuroallavoro di sabato.

“Centinaia di migliaia lavoratori, cittadini e pensionati hanno invaso le strade di Roma e Piazza San Giovanni dando una lezione di democrazia e partecipazione e per chiedere al Governo politiche economiche di crescita e sviluppo, politiche attive per il lavoro e l’estensione di quota 100 anche a chi dovrebbe andare in pensione, ma ne è escluso. Nei nostri settori, siamo scesi in piazza per chiedere una immediata convocazione da parte del Governo del tavolo di confronto per i rinnovi contrattuali per il triennio 2019/2021, così come all’ARAN e ai Ministri competenti che non possiamo più aspettare: la Commissione Paritetica per la riclassificazione del personale doveva aver finito i lavori a luglio dell’anno scorso, mentre ancora stiamo aspettando la convocazione”-afferma Librandi, che prosegue “proseguiremo la nostra mobilitazione su queste richieste il 21 febbraio p.v. con la convocazione già convocata degli attivi unitari di CGIL, CISL e UIL del pubblico impiego“.

“La manifestazione unitaria è stata aperta a tutti, ma non deve essere bollata politicamente-conclude Librandi-Una manifestazione per e non contro a prescindere. Per noi, della UIL-FPL, nessun politico avrebbe dovuto essere presente, generando polemiche strumentali. In fondo, con quale faccia i politici dei precedenti Governi si sono presentati sabato tra le lavoratrici e i lavoratori?”

Letto 427 volte Ultima modifica il Lunedì, 11 Febbraio 2019 12:07

ULTIME NEWS

LOCANDINE