Dall'Europa un segnale chiaro a sostegno della manifestazione dell'8 Giugno

06 Giugno 2019
Pubblicato in Comunicati stampa

Dal decimo Congresso dell'EPSU (European Public Service Union) dal titolo "Fighting for a future for all", arriva un segnale chiaro a sostegno della manifestazione confederale dell'8 giugno p.v. "ILFUTUROE'SERVIZIPUBBLICI".

Da Dublino, la platea di EPSU, il sindacato europeo che riunisce tutti i sindacati nazionali dei servizi pubblici e che rappresenta circa 8 milioni di lavoratori e lavoratrici, si è colorata di manifesti per richiedere unitariamente il rinnovo contrattuale dei dipendenti pubblici, la carenza cronica di personale, la richiesta di un piano straordinario assunzionale, lo sblocco del turn-over, il rilancio della contrattazione integrativa, la razionalizzazione della spesa pubblica con il taglio delle consulenze e maggiore formazione per tutti i lavoratori.

Particolarmente vergognosa l'attesa di oltre 12 anni di migliaia di lavoratori e lavoratrici della sanità privata per il rinnovo del contratto.

"EPSU e i Sindacati del Pubblico Impiego di tutta Europa sono solidali con noi, con le nostre rivendicazioni e con le nostre richieste al Governo" afferma Michelangelo Librandi, Segretario Generale della UIL-FPL, dal Congresso di Dublino.

"Un Sindacato europeo forte e capace di incidere sulle politiche economiche internazionali nel solco della libertà, dell'uguaglianza e del valore del servizio pubblico è una garanzia e uno stimolo importante per collaborare nell'esclusivo interesse dei bisogni e delle necessità dei lavoratori del pubblico impiego".

Scarica il Comunicato

Letto 459 volte

ULTIME NEWS

LOCANDINE