Coronavirus: Comunicato dell'Area Medica e Veterinaria Specialistica Ambulatoriale

11 Marzo 2020
Pubblicato in Comunicati stampa
La Sanità pubblica sta attraversando un momento difficile. 
Essa è sottoposta a un grande sforzo per fronteggiare una emergenza senza precedenti: il Corona Virus. Per superarla occorre unire le forze, lavorare insieme e mettere da parte ogni elemento di divisione. Laddove possibile occorre che i presidi medici del territorio supportino quelli ospedalieri con ogni mezzo a loro disposizione. 
Di certo, tra le vittime del virus possiamo annoverare il nuovo Accordo Collettivo Nazionale della specialistica ambulatoriale che da giugno scorso aspetta “solo” di essere approvato dalla conferenza Stato Regioni. 
In questi giorni, molti specialisti ambulatoriali, in maniera del tutto volontaria, vista la carenza di personale ospedaliero, stanno offrendo a supporto la propria disponibilità. Così, allo stesso modo, i medici veterinari, con il loro operato, continuano a garantire i controlli e la disponibilità degli alimenti di origine animale. 
Per combattere e vincere servono strumenti adeguati. Sicuramente uno strumento importante che è stato messo a disposizione delle Aziende è la possibilità di incrementare le ore della specialistica ambulatoriale (art. 5 del DL 9/03/2020 n. 14), anche se, purtroppo, a tutt’oggi sono costretto a segnalare l’insufficienza e l’inadeguatezza su tutto il territorio nazionale dei dispositivi di protezione individuale (DPI) per gli operatori sanitari. E’ altresì necessario riconoscere a tutto il personale parasubordinato i benefici previsti dall'art.19 del DL 03/02/2020 n. 9, al fine di evitare che si configurino forme di discriminazioni tra erogatori di uguali servizi.
Risulta, infatti, incomprensibile la ragione per cui i sanitari parasubordinati disciplinati dall’ACN del 17/12/2015, debbano essere discriminati rispetto al personale dipendente: non cooperano forse entrambi per lo stesso bene comune? Non sono membri dello stesso S.S.N.?
Auspico nel breve termine un intervento delle autorità competenti e l’emissione di un provvedimento idoneo a integrare la disciplina deficitaria.
Luigi Patrono
Responsabile Nazionale Uil Fpl Area Medica e Veterinaria Specialistica Ambulatoriale
Letto 434 volte Ultima modifica il Lunedì, 16 Marzo 2020 08:54

ULTIME NEWS

LOCANDINE