Coronavirus.Librandi (UIL-FPL): bene limitazione responsabilità per il personale sanitario, ma non per chi ha reali colpe

06 Aprile 2020
Pubblicato in Comunicati stampa
 
"Prendiamo atto del ritiro dell'emendamento della Lega, ma permangono emendamenti al "Cura Italia" a firma di esponenti sia di maggioranza che di opposizione in cui si prevede, come abbiamo richiesto, una limitazione di responsabilità professionale per medici, infermieri e operatori impegnati in prima linea contro il Covid-19, ma oltre a loro, c'è l'intento di sollevare anche i Direttori Generali e altri Dirigenti e Funzionari di quelle aziende sanitarie, che dovevano fornire i lavoratori di Dispositivi di Protezione Individuale e non lo hanno fatto, pur essendo stata dichiarata emergenza nazionale dal 31 gennaio scorso" dichiara Michelangelo Librandi, Segretario Generale della UIL-FPL.
" Dobbiamo essere consapevoli che gli operatori sanitari stanno lavorando in emergenza, con turni massacranti, e spesso senza gli strumenti necessari ad espletare al meglio la propria professionalità, e quindi riteniamo doveroso che debbano rispondere per errori colposi ma essere puniti solo in caso di dolo" continua il Segretario, che afferma "ma non possiamo permettere che lo scudo metta al riparo anche quella parte di dirigenza politica che ha violato le normative vigenti a tutela della sicurezza dei lavoratori e dei degenti."
"Chiediamo a tutte le forze politiche-conclude il Segretario-di mostrare responsabilità e farsi carico a 360 gradi delle difficoltà vissute sulla pelle dei lavoratori e al contempo non permettere a chi ha reali colpe di passarla ancora liscia"
Letto 410 volte Ultima modifica il Lunedì, 06 Aprile 2020 12:06

ULTIME NEWS

LOCANDINE